La Chiesa

Essa sorge sulle rovine dell’antico monastero di santa Veneranda, ove papa Clemente VIII (1592-1605) trasferì le monache terziarie francescane che erano in sant’Eufemia. La chiesa fu costruita, a cavallo del XVI e XVII secolo, sopra un edificio ellittico (la cui forma mantiene) e consacrata solennemente nel 1625.

Nella cupola sono dipinti affreschi di Bernardino Gagliardi raffiguranti la Gloria di san Bernardino e di altri santi francescani. In una cappella laterale vi è il Crocifisso dinanzi al quale soleva sostare in preghiera santa Brigida. Sulla porta della sacrestia vi è un dipinto di Giovanni Baglione raffigurante i Santi Francesco, Chiara e Agata.

Armellini aggiunge che

«… qui fu sepolto il celebre cardinale Guglielmo Sirleto. Vicino alla chiesa era la casa di Quirino Garzonio nobile romano, che vi ospitò s. Ignazio di Loyola ed alcuni dei suoi primi compagni.»

Dal 2003 la chiesa è officiata dalla comunità dei cristiani cinesi di Roma.


Fonte: Wikipedia, L’enciclopedia libera.